Arredare con i tessuti: 6 Idee per ristoranti e negozi

arredare con tessuti negozi e ristoranti

Negozi e ristoranti: 6 idee per arredare con i tessuti

Arredare con i tessuti è un’arte che gli inglesi chiamano soft furnishing e che va molto di moda perché permette di dare un nuovo look all’ambiente semplicemente cambiando il rivestimento dei mobili o aggiungendo qualche tenda o cuscino. Anche per chi gestisce negozi, ristoranti e piccole imprese utilizzare i tessuti per arredare può essere un modo economico ed efficace per rinnovare gli ambienti con stile e fantasia.

Di fronte a questa operazione di relooking, che può dare risultati sorprendenti, ci troviamo però davanti ad a un’ampia varietà di materiali, colori e oggetti da abbinare in maniera armoniosa. È quindi un’operazione che richiede un po’ di riflessioni per poter scegliere ogni dettaglio in maniera coerente con il resto.
L’approccio cambia anche in base alla situazione: se si tratta di una stanza da arredare da zero ci sarà molta più libertà di scelta e d’azione, se invece si deve intervenire cambiando il look di una stanza già arredata si dovranno apportare delle modifiche tenendo conto del mobilio già presente.

Per questo motivo, abbiamo raccolto una serie di consigli per le aziende e le piccole attività che vogliono rinnovare i loro ambienti grazie ai tessuti.

1. Scegli le tinte e gli accostamenti in base all’atmosfera che vuoi creare

Se vuoi arredare con i tessuti devi prima di tutto decidere che stile e atmosfera vuoi creare in quell'ambiente per individuare il colore e i complementi tessili per gli interni più adatti.

Nel caso di una stanza da arredare da zero, puoi scegliere un colore dominante a cui poi accostare altre tinte complementari, puoi puntare sul contrasto tra l’abbinamento di colori caldi e freddi per creare un ambiente movimentato oppure scegliere tonalità in nuance per un’atmosfera più soft e composta.

Una volta definite le tinte principali, diventa più facile accostare tinte complementari e tessuti.

Quando invece si tratta di un restyling della stanza, è importante scegliere i tessuti rapportandosi alle finiture esistenti di pareti, pavimenti e arredi: il consiglio è di farsi sempre dare i campioni delle stoffe per valutarli all’interno delle stanze.

Per riuscire a capire come i diversi colori influenzano la percezione degli interni è fondamentale procurarsi campioni delle stoffe e le pallette di colori per fare prove e confronti, oltre a tenere conto dell’utilizzo che si intende fare dei tessuti.

2. Tende dai tessuti leggeri per migliorare la luminosità nella stanza

I tendaggi sono una parte importante dell’arredamento basato sui tessuti, anche qui però si deve tenere in mente quale ruolo devono avere le tende. In genere è più consigliabile cercare di mantenere la stanza il più luminosa possibile. In questi casi è preferibile scegliere tessuti leggeri, ariosi e semplici - o con decori dai toni chiari - che, oltre a lasciar filtrare la luce dell’esterno, danno anche un senso di maggior ampiezza all’ambiente.

Se però c’è la necessità di regolare l’ingresso della luce si può optare per tessuti con trame molto compatte che sono più “coprenti” o “oscuranti”.

Un’idea particolare per alcuni ristoranti che vogliono dividere varie aree del locale e dare più intimità ai clienti, può essere l’utilizzo di tende divisorie. Queste tipologie di tende solitamente sono realizzate con tessuti dalle caratteristiche tecniche particolari, ignifughe e con proprietà antimicrobiche.

3. Vuoi abbellire la stanza con delle piantine? Utilizza i sacchetti portavaso

Utilizzare delle piante come arredamento è un modo semplice per portare freschezza e un pizzico di colore agli ambienti e per creare un’atmosfera allegra, accogliente o elegante, a seconda dei fiori che scegli.

Se vuoi arredare con i tessuti, puoi utilizzare, ad esempio, un sacco in juta naturale porta vaso e appendere le piantine, oppure preferire dei porta vasetto di juta naturale da appoggiare sugli scaffali o vicino alla cassa.

Anche nei ristoranti si possono utilizzare delle piantine come centro-tavola, utili per abbellire e dare un’atmosfera di intimità ornando i vasetti con piccoli sacchetti di juta per bomboniere.

4. Nuovo look per divani, poltrone e sedie

Anche divani, poltrone e sedie possono essere rivestiti con nuovi tessuti e nuove fantasie o accessori per cambiare look. Ad esempio, quelli con aspetto vissuto possono diventare vintage, se si utilizzano tessuti in velluto e colori che vanno sul rosso e il marrone.

I tessuti in fibra di lino e cotone, invece, sono rivestimenti versatili e resistenti, quindi utili in molte situazioni. Sono inoltre molto resistenti e facili da lavare. Se sono sedute che devono essere utilizzate spesso, è preferibile scegliere colori difficili da sporcare, cioè colori scuri o mélange.

Il velluto, insieme alle ciniglie, è un tessuto evergreen che può anche dare un tocco di eleganza se abbinato a cuscini in seta o raso.

Anche le fibre sintetiche di nuova generazione sono molto indicate, perché soffici, resistenti e dall’aspetto curato. In ultimo, anche i tessuti in acrilico e poliestere sono una scelta molto vantaggiosa perché non si stropicciano, non perdono colore e possono essere utilizzati anche all’aperto.

5. Carta da parati in TNT per valorizzare il look di una stanza

Per valorizzare il look delle stanze ci sono anche le carte da parati, una soluzione vintage che sta tornando di moda negli ultimi anni. Anche se non propriamente in tessuto, le nuove carte da parati sono realizzate in materiali particolari, come il tessuto non tessuto (TNT), che può essere personalizzato con la stampa digitale e che semplifica la posa e la rimozione del rivestimento rispetto alle carte da parati tradizionali. Il trend è quello di utilizzare la carta da parati solo su una parete o su una porzione di questa e il risultato è sorprendente!

6. Runner, cestini portapane e sacchetti portabottiglie per le tavole del tuo ristorante

Chi ha un ristorante può trovare tantissime idee per arredare la tavola con i tessuti. Vanno molto di moda i runner, cioè strisce di tessuto strette e lunghe da usare al posto delle tovaglie. Sono infatti più grandi di una tovaglietta ma più piccole di una tovaglia.

Inoltre, per dare un tocco in più, oltre ai vasetti di fiori, anche il pane, le spezie e persino le bottiglie possono essere confezionati in packaging di tessuto ed essere serviti a tavola.

Esistono infatti specifici sacchetti portabottiglia in juta per l’olio e sacchetti in velluto simil alcantara per le bottiglie di vino. Anche il pane può essere portato a tavola in appositi sacchetti portapane in tessuto.

In questo modo puoi apparecchiare la tavola in maniera ecologica e alternativa - perché i sacchetti possono essere lavati e riutilizzati - e puoi personalizzarli con il logo della tua attività.

Se cerchi dei sacchetti di tessuto che possano aiutarti ad arredare il tuo negozio o ristorante, dai un’occhiata al nostro catalogo! Troverai tante tipologie di packaging in tessuto adatte ad ogni tua esigenza.