Come fare sacchetti di tessuto: tutti i passaggi

come fare sacchetti di tessuto

Come fare sacchetti di tessuto: dalla selezione dei materiali alla personalizzazione

Come fare i sacchetti di tessuto? È una domanda che ci rivolgono spesso ma a cui è difficile rispondere in poche parole, perché un sacchetto confezionato con il tessuto non è una semplice borsa di tela di cotone.

Un sacchetto di tessuto può avere molte forme, spesso complesse e tecnicamente difficili da realizzare.

Dietro a ogni creazione ci sono selezione dei materiali, lavoro certosino, precisione e creatività, ma soprattutto c’è un’idea. L’idea di chi desidera realizzare una confezione bella, resistente e magari anche riutilizzabile nel tempo.

Noi lo sappiamo bene, perché il nostro lavoro è rendere tangibile l’idea del cliente che ci affida le realizzazione dei suoi sacchetti personalizzati. Il progetto Sacchetti di Tessuto.it in particolare nasce da più di dieci anni in Abruzzo, dalla collaborazione con i maestri artigiani del territorio e realizza esclusivamente imballaggi personalizzabili in tessuto, 100% Made in Italy.

In questo articolo condividiamo con te tutti i passaggi necessari per confezionare i sacchetti di tessuto: le fasi di lavoro che abbiamo messo a punto negli anni.

La scelta dei materiali: prima dei sacchetti ci sono i tessuti

A monte di tutto c’è la selezione dei tessuti che in Sacchetti di Tessuto devono essere il più possibile ecologici e robusti. Per questo motivo, non acquistiamo prodotti preconfezionati o di importazione: ai nostri clienti vogliamo garantire imballaggi della migliore qualità, completamente personalizzabili. Quindi scegliamo i migliori tessuti - soprattutto tessuti naturali come il cotone, il lino, la canapa, la juta e lo juco - facendo attenzione alla loro robustezza, indispensabile per ottenere un sacchetto resistente nel tempo! Un tessuto scadente, infatti, con l’uso può forarsi o rompersi con più facilità e potrebbe non reggere il peso degli oggetti che dovrà contenere.

Dunque, il primo passo per fare dei sacchetti di tessuto che possano essere usati e riutilizzati a lungo è scegliere materiali di qualità.

Consiglio: se il sacchetto è fai-da-te si possono scegliere moltissimi materiali di riciclo! Per esempio una maglietta di cotone, una vecchia camicia di lino o una tovaglia di tessuto che non si usa più.

Dall’idea al disegno: prima di tessere un solo filo, va fatto un bozzetto!

Quando un cliente ci contatta per realizzare i suoi sacchetti di tessuto personalizzati, di solito ha già un’idea in mente. Può trattarsi di un sacchetto semplice - come la classica shopper di cotone - o di una confezione più complessa, come una pochette per i suoi prodotti di cosmetica o ancora un sacchetto su misura per contenere un prodotto alimentare.

Magari ha in mente una grafica particolare - per esempio desidera stampare un disegno multicolore o una scritta color oro - o forse il suo progetto è più semplice. In tutti i casi, prima di realizzare il sacchetto, è necessario fare un disegno per avere un’idea il più simile possibile al risultato finale.

Mettere nero su bianco l’idea - nel nostro caso al computer, con un render - è molto importante, perché dal disegno è possibile comprendere quali sono le proprorzioni da rispettare, quali colori sono più adatti e se la grafica si sposa realmente con la forma del sacchetto.

In fase di progetto è importantissimo sapere:

  • quali oggetti dovrà contenere il sacchetto
  • che tipo di tessuto usare e di che colore
  • quanto deve essere grande
  • che tipo di grafica realizzare
  • con quale tecnica personalizzare il sacchetto: serigrafia, stampa a caldo o - perché no? - col ricamo.

 

Noi, per esempio, realizziamo una bozza grafica molto precisa: il render digitale del sacchetto con il colore definitivo e la grafica già dimensionata, per capire quali saranno le proporzioni effettive. Una volta che il cliente ha approvato il render, realizziamo un cartamodello: la rappresentazione su carta dei ritagli di tessuto da far combaciare.

Il sacchetto prende forma: inizia la produzione

A questo punto inizia la produzione vera e propria del sacchetto di tessuto, che nella nostra azienda segue queste fasi:

1 - Taglio del tessuto - Tagliamo le bobine di tessuto scelto per ottenere la forma abbozzata nel cartamodello: due lembi di tessuto che combaciano perfettamente.

2 - Stampaggio - I ritagli passano all’area di stampa. Qui, a seconda della tecnica scelta, lavoriamo i tessuti in diversi modi. Per esempio, se la grafica deve avere colori vividi e una stampa molto precisa utilizziamo la serigrafia: l’inchiostro passa dal telaio serigrafico al tessuto, penetrando nelle fibre. Se la quantità di sacchetti da realizzare è piccola, possiamo usare la stampa caldo.
In alcuni casi, infine, possiamo usare il ricamo che consiste nel cucire direttamente la grafica sul tessuto donando al sacchetto un aspetto più elegante e pregiato.

3 - Applicazione dei decori - Ultimata la fase dello stampaggio applichiamo le piccole decorazioni che impreziosiscono il sacchetto: cordini, perline, chiusure a zip o a caramella.

La fase finale: il confezionamento!

La fase conclusiva è il confezionamento. Ora il sacchetto di tessuto è praticamente finito e si può procedere con le cuciture finali, che saranno salde, pulite e rifinite. Si tratta di un passaggio importantissimo perché anche il tessuto più resistente può strapparsi se le cuciture non sono ben fatte!

I lembi vengono cuciti lungo il bordo e al contrario - sono cuciture interne - perché i “fili” siano invisibili. Infatti, a meno che il progetto non lo richieda espressamente, spesso un sacchetto con cuciture visibili non è di buona qualità.

Fare alcuni sacchetti è più complicato, perché il progetto è complesso e il tessuto difficile da lavorare

Quelli che hai appena letto sono i passaggi principali per confezionare i sacchetti di tessuto, ma la lavorazione può complicarsi anche di molto se, per esempio, il materiale da lavorare è un tessuto di rete, tessuto trapuntato o velluto e se il progetto è molto particolare.

I sacchetti di tessuto infatti possono avere moltissime forme e a volte possono non assomigliare affatto alla shopper di cotone a cui pensiamo normalmente! Possono essere minuscoli e quasi trasparenti oppure possono apparire come piccoli zaini, quando invece sono sacchetti di tessuto a tutti gli effetti.

Vuoi sapere quanti tipi di sacchetti di tessuto esistono?

Sfoglia il nostro catalogo. Dal sacchetto per contenere sapone solido al sacchetto in rete per il settore vending, dal sacchetto in rete per cosmetici fino al sacchetto portapane, gli spunti sono tanti e i sacchetti da realizzare sono tantissimi!