Fiere in Italia 2021: ecco quando riaprono in presenza

riapertura fiere tessuto 2021

2021: Quando riapriranno le fiere in Italia?

Quando riaprono le fiere in Italia? È possibile organizzare fiere in presenza nel 2021? Sono moltissime le aziende italiane ed estere che attendono ormai da oltre un anno una risposta certa a queste domande. Le misure adottate in tutto il mondo per contrastare la pandemia di Covid-19, infatti, hanno congelato fiere, convegni, congressi, meeting, feste, sagre e hanno addirittura fatto slittare le Olimpiadi 2020 in Giappone a data da destinarsi.

Tra il 23 febbraio e il 31 luglio 2020 sono state annullate 88 manifestazioni internazionali e 93 nazionali (fonte: Associazione Esposizioni e Fiere Italiane, AEFI).

Gli enti fieristici hanno dovuto riorganizzare completamente il calendario degli appuntamenti. Chi ha potuto, ha portato l’esposizione online, ma in molti hanno dovuto cancellare l’evento, in attesa di poter ripartire con più certezze.

Finalmente, dopo tanti mesi, c’è una buona notizia: la riapertura in presenza delle fiere è cosa certa!

Riapertura delle fiere in Italia: c’è una data!

15 giugno 2021, in zona gialla, è consentito lo svolgimento in presenza delle fiere, nel rispetto dei protocolli per le misure di contenimento del virus. Prima del 15 di giugno, è possibile preparare l’evento, purché non vi sia afflusso di pubblico, dal 1° luglio 2021, invece, via libera anche a convegni e congressi in presenza.

Queste sono le date indicate per la ripartenza delle manifestazioni fieristiche in Italia e dei meeting secondo il decreto-legge 22 aprile 2021 n. 52 “Misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19”.

Troviamo i dettagli sulla riapertura nell’articolo 7 del decreto:

  1. È consentito dal 15 giugno 2021, in zona gialla, lo svolgimento in presenza di fiere, nel rispetto di protocolli e linee guida adottati ai sensi dell’articolo 1, comma 14, del decreto-legge n. 33 del 2020, ferma restando la possibilità di svolgere, anche in data anteriore, attività preparatorie che non prevedono afflusso di pubblico. L’ingresso nel territorio nazionale per partecipare a fiere di cui al presente comma è comunque consentito, fermi restando gli obblighi previsti in relazione al territorio estero di provenienza.
  2. Le linee guida di cui al comma 1 possono prevedere, con riferimento a particolari eventi di cui al medesimo comma 1, che l‘accesso sia riservato soltanto ai soggetti in possesso delle certificazioni verdi COVID-19 di cui all’articolo 9.
  3. Dal 1° luglio 2021, in zona gialla, sono altresì consentiti i convegni e i congressi, nel rispetto di protocolli e linee guida adottati ai sensi dell’articolo 1, comma 14, del decreto-legge n. 33del 2020.

Le fiere 2021 in presenza già confermate: da Cibus, passando per SANA, fino a Milano Fashion Week

Ecco alcune delle fiere che si terranno in presenza nel 2021:

  • Cibus 2021: il 20esimo Salone Internazionale dell’Alimentazione si terrà al Quartiere fieristico di Parma dal 31 Agosto al 3 settembre 2021
  • SANA 2021: il 33° salone internazionale del biologico e del naturale si terrà nel Quartiere fieristico di Bologna dal 9 al 12 settembre 2021
  • OnBeauty by Cosmoprof Worldwide Bologna si svolgerà in contemporanea con Sana e Cosmofarma Exhibition nel Quartiere fieristico di Bologna dal 9 al 12 settembre 2021
  • LINEAPELLE 2021: la mostra internazionale di pelli, accessori, componenti, tessuti, sintetici e modelli si terrà alla FIERAMILANO Rho dal 22 al 24 di settembre 2021
  • Milano Fashion Week SS 2021: le sfilate primavera estate 2021 si terranno online e dal vivo dal 22 al 28 settembre 2021.

 

I numeri del settore fieristico in Italia

Secondo l’Associazione Esposizioni e Fiere Italiane (AEFI), durante le fiere, ogni anno si concludono affari per 60-80 miliardi di euro e il 50% delle esportazioni delle imprese italiane nasce proprio dai contatti stretti in occasione delle manifestazioni fieristiche.

«Le fiere italiane sono uno strumento di grandissima importanza per la nostra economia. Ogni anno il comparto italiano coinvolge circa 200.000 espositori e 20 milioni di visitatori in 1.000 eventi fieristici. Con 2.304.748 di mq di superficie espositiva coperta, siamo il IV Paese al mondo dopo Cina, Stati Uniti e Germania. La superficie espositiva totale è di 4.200.000 metri quadrati. Quest’anno erano programmati 224 eventi internazionali e 234 nazionali, quasi mille totali. Gli associati AEFI ospitano il 96% degli eventi internazionali e ne organizzano il 50%. Le fiere sono un vero strumento di politica industriale e promozionale del Paese.» Così inizia l’intervento Presidente dell’AEFI Maurizio Danese alla Commissione Attività Produttive della Camera (Roma, 3 novembre 2020).

Secondo il 75,3% delle imprese, le fiere sono uno strumento fondamentale per il proprio sviluppo, sia perché le aiutano a entrare in contatto direttamente con il mercato, sia perché, in occasione di questi eventi, possono comunicare la propria competenza durante la fase di ricerca attiva di potenziali clienti.

È un settore importante anche per tutta la filiera collegata all’organizzazione delle fiere e che coinvolge sia le aziende impegnate attivamente nel realizzare le manifestazioni – allestitori, imprese di catering, logistica e così via – sia le aziende e le realtà del territorio: alberghi, B&B, trasporti.

Dunque è chiaro che la riapertura delle fiere in Italia è necessaria non solo per le organizzazioni del settore, ma anche per il tessuto economico a esso collegato.

Esponi in fiera nel 2021? Ecco alcuni consigli per confezionare i tuoi gadget promozionali

Se hai in programma di esporre in fiera nel 2021, oltre allo stand, quasi sicuramente starai cercando il gadget promozionale più adatto da lasciare a chi ti farà visita.

Dalla classica borraccia alle cuffiette, fino agli accessori per l’ufficio, i gadget – insieme a cataloghi e brochure - sono il biglietto da visita della tua azienda. Quindi non possono mancare!

Ma dove inserirli per evitare che chi li riceve debba tenere tutto in mano?

Serve una confezione per i tuoi gadget promozionali: un packaging comodo, leggero, robusto e che richiami l’identità della tua azienda.

I sacchetti di tessuto personalizzati sono un classico in questi casi.

Fra i più adatti per fiere e congressi, spicca la shopper in cotone personalizzata con il logo, di sicuro il modello più scelto. Intramontabile, perché semplice e resistente, la shopper con manici lunghi può contenere facilmente cataloghi e gadget. Inoltre, chi la riceve può riutilizzarla molte volte.

Ecco un esempio. Questa shopper in cotone naturale personalizzata con stampa serigrafica color oro è semplice ma elegante, adattissima per le aziende del settore moda, cosmesi e alimentare:

Cerchi qualcosa di più?

Zaini, borse, sacchetti con chiusure particolari: possiamo realizzare qualsiasi sacchetto di tessuto personalizzato, in qualsiasi colore, con tessuti sostenibili e certificati.

Sfoglia il nostro catalogo