Tessuti: Come Proteggerli Dalle Tarme

Proteggere armadio con sacchetti di tessuto

Come proteggere i tessuti dalle tarme

Può capitare, con l’arrivo della bella stagione, che nell’armadio si presentino le tarme. Un bel problema, perché, se non te ne accorgi subito, possono infestare tutti gli armadi e i cassetti della casa e rovinare indumenti e tessuti.

Bisogna quindi iniziare a prestare molta attenzione ai piccoli segnali della loro presenza: appena scorgi un buco su una maglietta, è importante mettersi subito alla ricerca delle larve e cercare di rimediare prima che sia troppo tardi.

Purtroppo, se l’invasione di tarme è già avvenuta, dovrai affrontare una pulizia profonda e molto accurata: svuotare l’armadio, pulirlo a fondo con il vapore, insistendo negli interstizi e nei cassetti, e infine asciugando e lasciando aperto ante e cassetti per almeno un giorno.

Se invece hai avvistato solo qualche tarma e vuoi evitare che ne arrivino altre, ecco qualche consiglio per proteggere l’armadio e i tessuti.

Lava i vestiti prima di riporli nell’armadio

Le tarme arrivano principalmente dagli indumenti sporchi ed infetti che vengono riposti nell’armadio. Può trattarsi di capi acquistati di seconda mano oppure utilizzati e riposti distrattamente nel guardaroba senza averli lavati. Le tarme infatti sono attratte soprattutto da indumenti non troppo puliti, con tracce di sudore. Quindi anche un capo che hai indossato solo una volta o per poco tempo, all'apparenza pulito, potrebbe attirare gli insetti che, in poco tempo, se non te ne accorgi subito, potrebbero invadere tutto l’armadio.

Le tarme attaccano soprattutto i capi in lana e cotone, ma non amano il profumo né la pulizia. Quindi è importante tenere sempre tutto pulito, sia l’armadio che gli indumenti: lava i vestiti con detergenti per capi delicati molto profumati, prima di riporli nell’armadio, così ridurrai drasticamente le possibilità che le tarme si avvicinino.

Anche i capi non indossati vanno comunque spazzolati e lasciati ad arieggiare al sole prima di riporli nell’armadio.

E per i capi già attaccati? Mettili nel freezer

Se alcuni indumenti sono bucati perché già attaccati dalle tarme è consigliabile buttarli via o lavarli e riutilizzarli come scampoli e toppe. Ma se non te la senti - magari è il tuo maglione preferito o una giacca che avevi appena comprato - puoi cercare di sistemare il danno mettendoli in freezer!

Dopo venti giorni di freezer saranno liberi da eventuali larve, che non possono resistere a temperature glaciali, e potrai riporli nell’armadio insieme agli altri capi.

Utilizza fogli di giornale

Sembra che i fogli di giornale tengano lontane le tarme, probabilmente infastidite dall’odore dell’inchiostro. Dopo un'attenta pulizia, usali per rivestire tutti gli scaffali dell’armadio e i cassetti in cui di solito riponi vestiti, intimo o altri tipi di tessuto.

Conserva gli indumenti più delicati in sacchetti di tessuto

Utilizza sacchetti di tessuto, o in carta se preferisci, magari con cerniera per conservare maglioni di lana o maglie di cotone, giacche invernali e cappotti.

Per Approfondire: Sacchetti di Carta Economici? Meglio Evitare!

I sacchetti di plastica probabilmente sono più resistenti alle tarme, ma sono usa e getta e quindi più inquinanti. I sacchetti di tessuto invece sono facili da lavare e tenere puliti - quindi riutilizzabili moltissime volte - tenendo lontane le tarme e proteggendo i capi al loro interno.

Inoltre questi sacchetti di tessuto sono molto utili per mantenere in ordine l’armadio: ci sono varie tipologie tra cui poter scegliere, ad esempio puoi utilizzare dei sacchetti per l’abbigliamento per proteggere le camicie o qualsiasi capo di abbigliamento di valore.

Oppure un sacchetto in cotone con laccio in gros grain, ideale per contenere e proteggere accessori tessili e di abbigliamento. Se sei uno sportivo puoi utilizzare un resistente sacchetto in tessuto tnt.

Spruzza degli insetticidi o usa altri rimedi naturali

Infine, per tenere al sicuro armadio e tessuti, ci vengono in aiuto tanti tipi di prodotti per eliminare tarme, come:

  • Repellenti a base di essenze naturali. Una soluzione più ecologica dei classici prodotti chimici di solito e quindi meno pericolosa per la salute di chi vive in casa;
  • Insetticidi chimici. Eliminano sia le tarme adulte che le larve, sono molto efficaci ma vanno usati con attenzione perché se inalati, possono essere molto pericolose per la salute.

E il rimedio delle nonne: la naftalina?

Molto usata fino a qualche anno fa, la naftalina ora è fuori commercio perché letale se viene ingerita e tossica in caso di inalazione o contatto.

Ogni prodotto ha i suoi pro e contro, per cui ti consigliamo di informarti bene su questi prodotti e i loro eventuali pericoli, prima di utilizzarli. Leggi attentamente le istruzioni d’uso, non abbondare e tienili lontano da bambini e animali.