Shopper per Negozi: un utile strumento pubblicitario

sacchetti-di-tessuto-e-shopper-per-negozi

Shopper per negozi: come trasformare un sacchetto in uno strumento pubblicitario

Quando compriamo qualcosa in negozio abbiamo bisogno di una shopper che ci permetta di portarlo via. Una volta acquistato, attraverseremo strade, piazze e potremmo anche portarcelo al bar prima di tornare a casa.

Lo sanno bene molte aziende e negozianti, che si sono resi conto di poter sfruttare questi lunghi tragitti che, a volte, il packaging percorre per dare visibilità alla propria azienda e personalizzare le shopper con i dettagli di riconoscimento dei propri brand.

La shopper diventa così uno strumento di pubblicità itinerante in grado di raggiungere un pubblico sempre più ampio e diversificato.

Decidere quale tipo di shopper è la più adatta per confezionare e contenere il tuo prodotto non è una scelta semplice: personalizzata con i colori, il logo e il nome del tuo brand, diventerà il tuo biglietto da visita, ed è importante che l’impatto visivo sia forte e ben studiato.

Perché una shopper ha un anche una funzione pubblicitaria!

Come afferma la digital strategist Pam More in un articolo che raccoglie le statistiche di branding del 2021 “Devi mettere il tuo marchio là fuori in modo che le persone lo riconoscano. Con una miriade di marchi sul mercato, le persone hanno bisogno di vedere il tuo logo più di 5 volte per poterlo connettere con la tua azienda.”

Ecco perché la shopper è lo strumento ideale per far circolare il tuo brand e renderlo ben visibile ovunque, abbastanza da poter essere riconosciuto e ricordato dal tuo target di riferimento.

A seconda del proprio pubblico, del settore e dei prodotti c’è chi sceglie una shopper in carta o in plastica, chi decide per delle scatole e c’è chi invece, sfruttando i trend del momento, preferisce le shopper in tessuto.

I sacchetti per negozi in tessuto sono una delle scelte vincenti per la pubblicità del brand perché sono più ecologiche rispetto a molte altre alternative, sono di grande impatto visivo, possono essere riutilizzate e durare a lungo nel tempo!

Una volta che il cliente acquista e porta a casa il prodotto, può infatti continuare a utilizzare la shopper per uscire, per andare a fare la spesa, per trasportare degli oggetti da prestare ad un amico o addirittura per andare a lavoro. Più viene utilizzata, più la shopper porterà in giro il tuo brand, dandogli visibilità ed attirando l‘attenzione dei curiosi.

Le shopper per negozi in materiali ecologici possono inoltre mandare un messaggio ben preciso, far capire ai tuoi clienti - e a quelli che ancora non lo sono - che hai a cuore l’ambiente e che fai delle scelte sostenibili.
Canapa, juta, lino, cotone: con un tessuto naturale e biologico, si possono creare shopper di tante forme e dimensioni che possono adattarsi a tanti tipi di prodotti diversi.

Come personalizzare la tua shopper

C’è chi preferisce utilizzare delle shopper per negozi che potremmo definire basic, applicando successivamente un adesivo con il nome del proprio brand e chi invece preferisce personalizzarle in ogni dettaglio: dalla chiusura del sacchetto al tessuto per i cordini, dalla stampa al ricamo del logo.

Ad avere un maggior impatto sarà sicuramente la scelta più personalizzata, perché sarà unica e si allineerà maggiormente con l’identità del brand.

Ci sono poi alcuni elementi che non devono mai mancare, perché permetteranno di capire, a chi vede la shopper, di capire subito che si tratta del tuo brand e come trovarlo.

Ecco gli elementi di personalizzazione indispensabili per trasformare le tue shopper in biglietti da visita ambulanti:

  • nome del negozio e logo: di estrema importanza perché incarnano la tua identità, cioè che ti consente di essere subito riconoscibile tra i tuoi competitor;
  • indirizzo: per far sapere subito ai curiosi dove possono trovarti;
  • contatti: inserire numero di telefono e/o indirizzo mail è utile per essere contattati anche da chi non può recarsi subito in negozio e iniziare una relazione diretta con i clienti;
  • contatti social: se avanza un po’ di spazio e il progetto grafico lo permette, potresti inserire anche i contatti social per ampliare il tuo pubblico e far conoscere il tuo brand in modo più approfondito;
  • QR code: uno strumento comodissimo per accedere in pochi secondi su specifiche pagine web (sull’e-commerce, il sito o i social) e un trend in forte crescita tra il packaging dei negozi.

In ogni caso, le shopper per negozi da utilizzare come strumento pubblicitario devono essere progettate per attirare l’attenzione e realizzate tenendo conto di specifici dettagli, pattern, forme, colori in linea con il proprio target di riferimento: ad esempio delle piccole shopper dai colori vivaci per un pubblico giovane, oppure dei colori eleganti e delle chiusure particolari per un target più adulto.

Shopper in edizioni limitate e restyling

Per rendere le shopper per negozi ancora più di tendenza ed accattivanti, di tanto in tanto, puoi cambiare alcuni dettagli della personalizzazione e distribuirle soltanto per un periodo limitato di tempo.

Puoi farlo in occasione delle festività ed eventi speciali oppure per richiamare qualche trend del momento. Anche se il tuo negozio ha una storia particolare, oppure si trova vicino ad una piazza o a un monumento storico famoso, puoi utilizzare questi elementi per personalizzare la tua shopper.

Un restyling che si trasforma anche in un’occasione per dare una ventata di cambiamento e di novità al tuo negozio!

Ad ogni settore il suo sacchetto

Basta lasciarsi andare alla fantasia per poter trovare tante idee per personalizzare la propria shopper. Alcuni brand possono anche personalizzare il proprio packaging in base a ciò che vendono e al loro settore.

Sacchetti e shopper per negozi di abbigliamento

Le shopper in tessuto sono più resistenti di quello che sembra, possono contenere tranquillamente calzature, come nel caso di questo sacchetto in cotone pregiato. Oppure puoi optare per un elegante sacchetto in cotone di mussola per i capi di abbigliamento, un packaging che lascia intravedere il contenuto e che allo stesso tempo è anallergico, naturale e certificato 100% ecosostenibile.

Sacchetti per la cosmesi

Anche nel settore della cosmesi puoi trovare tante idee per un packaging in tessuto sostenibile adatto ai tuoi prodotti. Ad esempio, il sacchetto in rete di cotone che segue è certificato OEKO-TEX® ed è stato pensato proprio per la cosmetica: ideale per contenere saponi solidi, puoi utilizzarlo anche per creme o spugnette e tutto ciò che, essendo delicato, ha bisogno di essere riposto al sicuro.

Sacchetti in tessuto per il settore alimentare

I sacchetti di tessuto per alimenti sono molto comodi non solo per pubblicizzare e trasportare i prodotti del tuo negozio, ma anche per conservare le confezioni nel tempo. Sono resistenti agli strappi e alle pressioni, traspiranti e realizzati in tessuti naturali che non nuociono alla salute. Un sacchetto in juta o in cotone, per esempio, è l’ideale per contenere e conservare noci, sacchetti di farina, legumi e conserve o per esporre le confezioni di caffè e cereali in negozio. Chi ha un ristorante, invece, può apparecchiare la tavola con uno stile rustico ed ecologico usando un sacchetto portapane in cotone naturale!

Sacchetti in tessuto per gioiellerie

Anche i brand che vendono gioielli possono trovare nel packaging di tessuto un ottimo strumento di marketing: alcuni tessuti lussuosi come la seta e il raso, sapientemente cuciti in sacchetti con eleganti elementi grafici in oro o argento, possono migliorare il valore del brand e del prodotto!

Cerchi una shopper personalizzata da lasciare ai clienti del tuo punto vendita?
Scorri il nostro catalogo e contattaci per parlare con i nostri esperti nella personalizzazione dei sacchetti di tessuto.
Insieme troveremo la shopper perfetta per il tuo negozio!