Packaging Sostenibile in fiera: gli eventi moda 2022

fiera della moda

Tra le attività economiche che incidono maggiormente sulla sostenibilità ambientale, l’industria tessile è ai primi posti, una responsabilità, questa, condivisa anche dall’industria della moda. L’impatto del settore, infatti, ha delle ripercussioni sull’ecosistema, ma qualcosa negli ultimi anni è cambiato. Dall’utilizzo di tessuti naturali a nuovi metodi di produzione più attenti all’ambiente, dalla scelta di packaging sostenibile all’uso di fonti di energia rinnovabili, il settore sta cercando di diminuire il suo impatto ambientale.

Un impegno che emerge anche in occasione degli eventi di settore.

In fiera si pone sempre più importanza a temi come quello della sostenibilità e ora che gli eventi fieristici stanno ripartendo, chi vuole esporre proponendo nuove creazioni green, può farlo scegliendo un un packaging sostenibile.

Le fiere più importanti del settore Moda nel 2022

Dopo molti rinvii e cancellazioni le fiere del settore moda sono tornate, piene di innovazioni e nuove proposte.

A luglio, infatti, a Milano si è tenuta la Denim Première Vision, un appuntamento imperdibile per gli appassionati del jeans e della moda uomo-donna. Mentre a settembre si sono tenute anche LineaPelle 2021 (dal 22 al 24 di settembre) una mostra internazionale di pelli, accessori, componenti, tessuti, sintetici e Milano Fashion Week (dal 22 al 28 settembre) che ha trasmesso le sfilate anche online per permettere una maggior partecipazione alla fiera, nonostante le restrizioni vigenti.

Le prossime importanti fiere della moda saranno:

  • Fashion Exposed: fiera a cadenza semestrale, con sede in Australia, per presentare le ultime novità sulla moda per donne, uomini e bambini, biancheria, moda per le spose, costumi, accessoria, gioielleria, sport e tempo libero. L’appuntamento di marzo 2022 si terrà a Sydney, dove verrà presentata la collezione Primavera/Estate, mentre la collezione Autunno/Inverno si terrà in settembre a Melbourne.
  • Milano Unica: evento a cadenza semestrale che terrà il primo appuntamento del 2022 l’1-2-3 febbraio a Milano. Alla fiera partecipano i maggiori e più significativi produttori italiani ed europei ed è dedicata ai professionisti della moda orientati all'alta qualità e all'innovazione.
  • Moda UK: tra il 4 e il 7 settembre 2022 si terrà la famosa fiera commerciale di moda a Birmingham. Il programma è fitto di appuntamenti che comprendono sfilate - in scena le ultime tendenze del settore - e seminari per gli ospiti commerciali.

Stai pensando di partecipare?
Ecco perché farlo proponendo un packaging sostenibile.

Esporre in fiera con un packaging sostenibile dedicato al settore moda: ecco perché!

Packaging sostenibile è un termine che designa un imballaggio concepito in modo da avere un basso impatto ambientale: scatole, copriabiti, shopping bag in tessuto, veline e nastri realizzati usando materiali naturali e processi di produzione a basso impatto ambientale.

La gamma di materiali sostenibili presente sul mercato è ormai ampia:

  • la plastica può essere sostituita, basta preferire quella riciclata e le bioplastiche,
  • invece dei tessuti sintetici, si può optare per i tessuti naturali, biologici e con certificazioni come OEKO-TEX®, GOTS (Global Organic Textile Standard), ICEA (Istituto per la Certificazione Ambientale),
  • le confezioni in carta, cartone e legno “classiche” possono essere realizzate secondo criteri che soddisfano appositi standard come FSC o PEFC che garantiscono che i materiali usati provengano da risorse naturali coltivate e raccolte in modo responsabile.

Più di un trend: un impegno che si sta diffondendo, anche per contenere i rifiuti derivanti dagli imballaggi

Il packaging per la moda è sempre più importante per le aziende, sia come conseguenza dell’aumento degli acquisti online, sia perché le confezioni sono un ottimo strumento di comunicazione, che rendono riconoscibile l’azienda.

Tuttavia, secondo i dati forniti da Eurostat (riferiti al 2017), solo in Italia gli imballaggi generano ogni anno 217 kg di rifiuti pro-capite. I consumatori sono ormai attenti a questa problematica e chiedono prodotti ed imballaggi più sostenibili.

Tenendo conto di tutti questi elementi, molte aziende hanno quindi intrapreso delle azioni per rendere la propria azienda più green e il packaging più sostenibile.

Le iniziative della fashion industry per salvaguardare il pianeta si sono manifestate in particolare attraverso la Fashion Pact: una coalizione di aziende leader del settore tessile e dell’abbigliamento che vuole cambiare l’impatto ambientale dovuto al comparto moda.

Al progetto hanno aderito tante aziende - dalle piccole alle multinazionali - come Adidas, Gruppo Armani, Burberry, Calzedonia Group e tanti altri brand più o meno conosciuti.

Gli obiettivi del progetto:

  • contrastare il riscaldamento globale,
  • ripristinare la biodiversità,
  • proteggere gli oceani,
  • ridurre la plastica monouso.

Come scegliere il packaging sostenibile per partecipare alle fiere

Gli obiettivi del settore per il futuro? Produzione e materiali più sostenibili per un impegno che riguarda prodotti, processi e confezioni.

Ma come si sceglie il packaging sostenibile perfetto per i propri prodotti di moda? Si tratta di un passaggio molto delicato:

  • È importante cercare di minimizzare peso e volume dell’imballaggio, evitando contenitori di grandezza eccessiva rispetto al contenuto.
  • La scelta del materiale è sicuramente la parte che può mettere in difficoltà: non tutti i materiali sostenibili sono disponibili a prezzi convenienti, inoltre, hanno caratteristiche diverse tra di loro che potrebbero essere più o meno indicate per il tuo brand o il tuo prodotto. Ad esempio, per un brand di vestiti di lusso potrebbe essere più appropriato scegliere un packaging in velluto piuttosto che in juta.
  • Anche la scelta tra materiali riciclati e riciclabili è importante: un materiale riciclabile può potenzialmente essere riciclato e durare molto, mentre un materiale riciclato - che è prodotto con scarti - potrebbe avere un ciclo di vita più breve.

Tra quelli che possono essere utilizzati per molto tempo e in seguito riciclati, c’è sicuramente il packaging di tessuto, che è sempre più usato in diversi settori e apprezzatissimo anche da tanti marchi di moda.

Packaging sostenibile in tessuto per i tuoi prodotti

I tessuti impiegati per il packaging sostenibile sono biologici e provenienti da coltivazioni non intensive e naturali. Sono materiali resistenti, ma allo stesso tempo morbidi al tatto.

I sacchetti in tessuto, per esempio, sono personalizzabili in ogni dettaglio: nella grafica, nelle dimensioni, nei colori e negli accessori. La particolarità delle confezioni in tessuto sta anche nel fatto che può essere riutilizzato per molto tempo (shopper e trousse, per esempio, possono diventare borse da passeggio o portafogli che i tuoi clienti porteranno con loro per molto tempo).

Cerchi una confezione d’effetto per la tua partecipazione in fiera?

Se realizzi capi di abbigliamento o borse di alta moda potresti scegliere tessuti pregiati come il velluto o il raso. Crei accessori? La canapa in questo caso è un’ottima scelta. Se invece l’articolo ha uno stile più casual o classico, potresti optare per il cotone.

Ad esempio, potresti usare un sacchetto in cotone bianco e cordini in raso come quello che abbiamo realizzato un per un brand di cosmetici attentissimo alla sostenibilità: i colori delicati, uniti al tessuto biologico di qualità non potranno che attirare l’attenzione dei partecipanti alla fiera.

Vendi accessori di lusso? Il più indicato è il sacchetto di raso bianco, lucente ed elegante.

Per le borse ed accessori di pelletteria c’è il sacchetto 100% in cotone nero con chiusura a coulisse: pratico e dal design semplice, reso ancora più elegante dal contrasto della persoanlizzazione grafica in oro.

Scegli anche tu di utilizzare packaging in tessuto sostenibile e 100% Made in Italy.

Dai un’occhiata al nostro catalogo!